lunedì 5 novembre 2012

TOP 10 MOMENTI DAMAGE A LUCCA

 10 Tecniche di vendita.

Alla posizione numero 10 abbiamo Claudio che utilizza la menzogna per fatturare una copia del Prigioniero 8 con la stessa nonchalance di un venditore di macchine americano. Arriva a spacciare un fumetto che è oggettivamente un gradino sotto lo snuff, come un’opera adatta a un bambino di anni dodici. So già che ci trascineranno in un talk show quando il pargolo sterminerà la famiglia con una brugola del 18.

9 Simpaticoni allo stand

Alla posizione  numero 9 abbiamo il veneto ubriaco alle ore 9:00 antimeridiane. Spritz in mano, la lucidità di un muratore avezzo al Tavernello in pausa pranzo. Dedito allo stalking della strana coppia Zappardino-Sterzi in quel momento presenti in stand, domanda lecitamente: “Ma di cosa tratta questo Prigioniero 8?”.Il Met  risponde come una zitella acida in menopausa (e del resto aveva poi dormito 4 ore in croce): “Di prigionieri e di 8!”. Il tizio: “Lo compro!”.

8 Cucina approssimativa.

Alla posizione numero 8 abbiamo sempre Mattia che al grido di: “Tutti a cena da me! Cucino io!”, rovescia mezzo barattolo di peperoncino piccante sugli spaghetti. Nemmeno Claudio e il Villi, due bocche che non sfigurerebbero a “The biggest Loser”, si attentano ad andare oltre la seconda forchettata. Zappa tampona con fette di pan carrè. E io che nel mio immaginario stereotipato mi sono sempre immaginato gli omossessuali hipster come abili cuochi  fissati col tofu e il sushi. Mi chiedo cosa gli avrebbe detto Carlo Gracco.

7 Gli scrocconi.

A parte i ladri che in un momento di distrazione ci hanno rubato due copie del prigioniero… merita una menzione speciale la tipa bionda che chiede uno sketch però gratis, fatto così che poi lo mette in camera…

6 Tormentony

Posizione numero 6: il tormentone di Lucca di quest’anno. Dopo u’ cazz e Villirrill dell’anno scorso, Zappa per nulla ripetitivo come certi vecchi da ospizio con l’alzheimer e il catetere, ripete a tutti che Zero Calcare è meraviglioso. Lo è. Fidatevi.

5 Cattyfighting.

Posizione numero 5. Non c’è stato ma sarebbe stato magnifico vederlo anche col limone duro finale tra le due rivali. Menzione d’onore per la nostra piccola calabrese in gonnella che insorge per una presunto corteggiamento nei confronti del suo moroso al grido di: “No ma fai pure! Uscite pure insieme!”. Ho visto più tolleranza in certi siciliani dei primi del 900  secolo con la coppola e i baffi. Una copia venduta in meno per questo.

4 Nerd Supersaiyan

A parte alcuni personaggi da T.S.O. il migliore è quello che domanda. “Posso fare una domanda nerd? Non dovrebbe essere prigioniero 5?” (riferendosi al simbolo che il buon Meioli ha tatutato in fronte). Claudio: “Ti do’ una risposta ancora più nerd. Se lo ruoti a 90° l’otto diventa il simbolo dell’infinito.!”. Copia venduta!

3 Partenze intelligenti e rientri apocalittici

Sul gradino più basso del podio. Partire alle 3 antimeridiani, puntuali! Per arrivare ad aprire lo stand alle 7. Che siamo partiti alle 4 perché alle 3 non eravamo pronti e poi davanti al padiglioni c’era solo il vuoto pneumatico  e quei cespugli del far west che rotolano liberi nella sabbia. Ma fare colazione col  panino alla cotoletta all’autogrill alle 6 del mattino ha un suo perché.
Claudio dirà che il collegamento biblico ce l’ho metto sempre, ma la tempesta che abbiamo dovuto affrontare al rientro e gli stormi di cavallette affamate che hanno divorato tutto ciò di commestibile che si trovava all’autogrill, cassiera compresa, hanno una sola possibile descrizione: Apocalisse. Menzione speciale per la vecchia che è riuscita, berciando, a sottrarre le ultime patatine rimaste al Villi. Non ci sarebbe riuscito neanche un T-Rex.

2 Zappata della settimana

Pausa caffè, siamo in 3 al bar, le sedie sono solo 2. La Catty va a prendere una sedia da una pila accatastata in un angolo. Zappa si siede sprofondando nel vuoto e lanciando il liquido bollente per ogni dove. Una gamba ha ceduto. Era di ferro. Devo mettermi a dieta.

1 Lillo e Villi

Posizione numero 1. Non so come abbia fatto a riconoscerlo visto che io l’ho sentito parlare solo in radio. E comunque me lo immaginavo diverso. Lo fiuta come fanno certi cani nel periodo dei calori… e poi si agita come certi babbuni dal deretano rosa quando devono lanciare le proprie feci per il dominio del territorio.  Ma alla fine il Villi vende una copia del Prigioniero 8 a Lillo di Lillo  e Greg.

Nessun commento:

Posta un commento